NEWS

superbonus 110%: il quadro delle indicazioni dell’Agenzia delle Entrate

Siamo agli sgoccioli e tra poco arriverà la guida al superbonus 110% insieme alla circolare con tutte le istruzioni relative al decreto Rilancio. Verranno ufficializzati i lavori ammessi e soprattutto verranno chiariti i meccanismi dello sconto in fattura e della cessione del credito.

Nella guida dell’Agenzia sarà contenuta una illustrazione generale delle novità di queste ultime detrazioni fiscali che si possono trovare nel Decreto, mentre nei prossimi giorni sarà divulgata la circolare interpretativa.

Superbonus 110%: le caratteristiche principali

Andiamo, quindi, a vedere in  estrema sintesi le caratteristiche del superbonus 110%.

  • Validità: dal 1 luglio 2020 al 31 dicembre 2021.
  • I beneficiari: possono essere condomini, persone fisiche che non hanno attività d’impresa, le case popolari, le cooperative di abitazione a proprietà indivisa, gli enti del terzo settore e le associazioni sportive dilettantistiche.
  • Il supebonus 110% non spetta per le dimore di lusso, ovvero, le categorie catastali A1, A8, A9 (abitazioni signorili, ville, castelli).

Quali lavori sono inclusi nel superbonus?

  • Gli “interventi trainanti” (isolamento termico delle superfici opache che interessano l’involucro dell’edificio con un’incidenza superiore al 25% della superficie, sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale esistenti con impianti per il riscaldamento, il raffrescamento o la fornitura di acqua calda sanitaria particolarmente performanti, interventi antisismici);
  • Gli “interventi trainati” che vengono realizzati congiuntamente ai primi. (efficientamento energetico che dà diritto all’ecobonus, installazione di infrastrutture per la ricarica di veicoli elettrici, installazione di impianti solari fotovoltaici).

Se l’intervento realizzato ha le caratteristiche per potersi avvalere di diverse categorie agevolabili, il contribuente potrà beneficiare solo di una delle agevolazioni descritte. Inoltre, se si realizzano più interventi riconducibili a diverse fattispecie agevolabili, il contribuente potrà fruire di ciascuna agevolazione, nell’ambito del rispettivo limite di spesa, a condizione che siano distintamente contabilizzate le spese che fanno riferimento ai diversi lavori e rispettino gli adempimenti previsti per la singola detrazione.

Superbonus 110%: gli obblighi di conformità e asseverazione

Per accedere al superbonus:

gli interventi “trainanti” devono assicurare il miglioramento di almeno due classi energetiche dell’edificio, o, se non è possibile, il conseguimento della classe energetica più alta.

(Rispetto a un’agevolazione così importante, la norma ha previsto dei particolari adempimenti in aggiunta agli ordinari, per contrastare eventuali vantaggi indebiti.)

Il contribuente dovrà quindi ottenere il visto di conformità dei dati relativi alla documentazione che attestino la sussistenza dei presupposti che danno diritto alla detrazione d’imposta.

Il documento dovrà essere rilasciato dagli intermediari abilitati alla trasmissione telematica delle dichiarazioni, nonché dai responsabili dei Caf.
Il contribuente ha l’obbligo, inoltre, di procurarsi un’attestazione o asseverazione dei tecnici abilitati al rilascio delle certificazioni energetiche (o dei professionisti incaricati della progettazione strutturale o della direzione dei lavori) che certifichi l’esistenza dei requisiti tecnici e la congruità delle spese sostenute. La mancanza di questi documenti o la loro inesattezza comportano l’applicazione delle sanzioni pecuniarie da 2mila a 15mila euro.

Super bonus 110%, sconto in fattura e cessione del credito

Di particolare interesse anche il funzionamento della piattaforma digitale dove dovranno essere applicate.

Sarà all’interno del cassetto fiscale che il contribuente dovrà comunicare l’avvenuta cessione; il soggetto cessionario dovrà, a sua volta, accettare il credito accedendo alla propria pagina personale sul sito dell’Agenzia delle Entrate.
Un meccanismo che possiamo ritrovare già in funzione per i bonus ordinari. Negli anni 2020 e 2021 chi compie lavori che rientrano nelle detrazioni fiscali (ecobonus, sisma bonus, superbonus) possono optare verso due meccanismi fiscali vantaggiosi.

Contattaci per sapere di più

Contattaci per avere informazioni su come il nostro servizio di consulenza ti potrà aiutare a scegliere tra le detrazioni fiscali erogate dallo Stato italiano, assicurandoti vantaggi per la tua azienda.

Questo sito utilizza cookie di terze parti, per migliorare l’esperienza utente e motivi statistici. Privacy policy.