NEWS

Superbonus 110%: sconto in fattura o cessione del credito?

Nel frenetico svolgersi delle assemblee di condominio di queste ultime settimane per decidere se accedere al superbonus o alle indagini preliminari per capire se si è nelle condizioni di poter usufruire di questa importante detrazione, uno dei principali scogli concettuali, difficili da capire e da spiegare è la differenza tra sconto in fattura e cessione del credito.

Si tratta di una questione essenziale perché è da questi meccanismi che procede la possibilità che condomini di un palazzo o proprietari di una casa indipendente possano beneficiare dei lavori senza sborsare un euro.

Allora di che si tratta e che differenza c’è tra le due operazioni?

Lo sconto in fattura

Lo sconto in fattura è un meccanismo con il quale l’impresa o il fornitore anticipa la spesa per poi recuperare il bonus del 110% come credito d’imposta da usare in compensazione.

lo sconto in fattura consente di avviare progetto di riqualificazione energetica della propria abitazione anche a chi non ha liquidità sufficiente per pagare le spese.

La cessione del credito

La cessione del credito, invece, è un meccanismo con il quale il contribuente paga la spesa dei lavori all’impresa, salvo poi poter optare per la cessione dell’ecobonus del 110% ad altri soggetti, comprese le banche.

La cessione del credito, sia per l’ecobonus del 110% che per le detrazioni ordinarie, consente invece di recuperare prima l’importo della detrazione fiscale riconosciuta, ma presuppone che il contribuente paghi le spese dei lavori effettuati dall’impresa.

Contattaci per sapere di più

Contattaci per avere informazioni su come il nostro servizio di consulenza ti potrà aiutare a scegliere tra le detrazioni fiscali erogate dallo Stato italiano, assicurandoti vantaggi per la tua azienda.

Questo sito utilizza cookie di terze parti, per migliorare l’esperienza utente e per motivi statistici. Privacy policy.